venerdì 28 novembre 2014

Le sculture in bronzo di Brigitte Teman


Sotto l'influenza di grandi maestri della scultura del XIX e XX secolo , Brigitte Teman  ha sviluppato il suo stile nelle sculture di bronzo che esprimono bellezza delle linee e delle forme , con l'uso di materiali e texture , aggiunte alle parti lisce. 
Le due principali fonti di ispirazione sono il nudo femminile e  gli animali domestici.
Il lavoro di Brigitte Teman,  più volte premiato, è in esposizione permanente in Mickael Marciano Galeries de Paris (Place des Vosges e Matignon) e Marsiglia.












































Brigitte Teman, scultura















































www.brigitteteman.com







giovedì 27 novembre 2014

Frode Nyboe

L'artista norvegese dice che ha sempre avuto la passione per il disegno, sin da quando era bambino, anche se l'interesse per la pittura è nato molto più tardi, quando è venuto a contatto con i colori acrilici. Questi sono stati il medium usato all'inizio, per la facilità con la quale asciugano, attualmente usa la spugna.














































































martedì 25 novembre 2014

L'iperrealismo di Vincent Giarrano

Vincent Giarrano, pittore americano, nato a Buffalo, New York, nel 1960,  ha iniziato a disegnare in tenera età, autodidatta studiando altri artisti. Dopo la laurea in Belle Arti presso l'Università di Stato di New York, nel 1982 e il suo Master in Fine Art presso la Syracuse University, 1985, ha scelto di intraprendere una carriera nella illustrazione di lavoro, tra gli altri, per il publisher grande DC Comics e Marvel Comics.
Circa dieci anni fa, Vincent è tornato alla pittura  ed  ha scoperto che questo era quello che voleva veramente fare. Ama dipingere soggetti che si riferiscono a esperienze di vita reale. Catturare la qualità della luce in una scena è anche un elemento importante per lui. . "Quello che amo sono i soggetti di pittura che si riferiscono a esperienze di vita reale .... Voglio che i miei quadri risuonino come momenti sinceri e veri della vita."
Vincent ha diversi prestigiosi premi al suo attivo, ha avuto molte mostre personali e collettive in gli Stati Uniti e ha attirato molti collezionisti seri.






























































www.giarrano.com








lunedì 24 novembre 2014

Pixel art







La pixel art è una forma di arte digitale. Si tratta di una tecnica per costruire immagini che segue le orme della corrente del divisionismo (pointillisme), il cui maggior esponente fu Georges Seurat. La differenza più evidente è che, invece di utilizzare un pennello, si utilizza il mouse e un software di grafica raster. Questa tecnica trova sostenitori tra i nostalgici dei giochi anni ottanta (dove i primi esempi di pixel art appaiono per necessità, date le limitate risorse grafiche a disposizione) ma soprattutto nel Web, in quanto permette di creare belle illustrazioni con pochi colori e quindi molto veloci da caricare in una pagina web.  Quest'arte nasce come necessità già negli anni ottanta: in quegli anni la grafica di videogiochi e computer era semplice, i pixel erano molto grandi e le immagini risultavano poco definite. 







Col passare degli anni le innovazioni tecnologiche hanno portato ad una sempre maggiore risoluzione delle immagini e delle animazioni, quindi il pixel è sparito lasciando il posto a ben più nitide immagini.
Il motivo del ritorno della pixel art è da ricercarsi principalmente nei sentimenti di nostalgia per quegli anni ottanta in cui nasceva la grafica digitale, un desiderio di ritorno ad un passato che nel suo più alto ottimismo prometteva grandi cose..
Si tratta dunque, almeno in parte, di un ritorno alla semplicità: il pixel ricompare e sottolinea l'importanza che per questi artisti ha il singolo punto, visto come qualcosa di essenziale che però in associazione con altri punti forma una ben più complessa immagine. Un altro aspetto che è fondamentale per indagare il successo di questo movimento è legato alla Rete. Infatti su Internet la necessità di trasmettere velocemente immagini (con pochi colori e con una definizione relativamente bassa) e dalle piccole dimensioni in byte è ancora molto importante, vista la ridotta banda spesso a disposizione.